E mezzo di una riunione fiume del 21 dicembre il Consiglio dei Ministri corregge il dettato normativo della c.d. "Riforma Orlando" in materia di intercettazioni, attraverso l'approvazione del decreto legge numero 161, con l'intento di raggiungere un nuovo equilibrio tra tutela della privacy ed esigenze investigative.aldilà delle scelte di politica normativa, nella riforma si intravedono rischi per la tutela del sistema e per la efficacia stessa dello strumento intercettivo

Prime riflessioni a margine del nuovo decreto legge in materia di intercettazioni

Nocerino W
2020

Abstract

E mezzo di una riunione fiume del 21 dicembre il Consiglio dei Ministri corregge il dettato normativo della c.d. "Riforma Orlando" in materia di intercettazioni, attraverso l'approvazione del decreto legge numero 161, con l'intento di raggiungere un nuovo equilibrio tra tutela della privacy ed esigenze investigative.aldilà delle scelte di politica normativa, nella riforma si intravedono rischi per la tutela del sistema e per la efficacia stessa dello strumento intercettivo
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11369/410836
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact