Spinoza con Villey. Il diritto sub specie aeterni