Negli ultimi anni l’attenzione al rischio sistemico si è particolarmente focalizzata sul settore assicurativo, storicamente considerato poco coinvolto nell’ambito di tale rischio, a differenza di quanto avviene nel settore bancario in cui tale tema è divenuto rilevante soprattutto a partire dal 2009, a seguito della crisi finanziaria. Il presente contributo ha lo scopo di fornire alcune riflessioni sul rischio sistemico analizzando sia i principali interventi regolatori e di vigilanza europea che i possibili strumenti previsti per il comparto assicurativo. Secondo il Fondo Monetario Internazionale (FMI, 2016) il contributo delle imprese assicurative al rischio sistemico è cresciuto a causa sia della sempre maggiore esposizione del settore al rischio aggregato e sia per la crescente sensibilità al rischio di tasso di interesse. Sulla base di tali considerazioni, appare opportuno intervenire con misure tese a rafforzare la vigilanza macroprudenziale mediante regole armonizzate a livello internazionale dedicando un’attenzione specifica alle imprese di minori dimensioni esposte a maggiori rischi. Da ultimo, a seguito della crisi pandemica Covid-19, l’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali (EIOPA) ha pubblicato nel febbraio scorso uno Staff Paper sulle principali misure per favorire l’assicurabilità del rischio di interruzione delle attività economiche a seguito della pandemia; è questa una ulteriore conferma della sempre maggiore attenzione da porre all’evoluzione degli eventi che impattano sull’intero sistema finanziario.

Il rischio sistemico e l'impatto sul mercato assicurativo: analisi e considerazioni durante la pandemia

MACI GIAMPIERO;D'APOLITO ELISABETTA
2021

Abstract

Negli ultimi anni l’attenzione al rischio sistemico si è particolarmente focalizzata sul settore assicurativo, storicamente considerato poco coinvolto nell’ambito di tale rischio, a differenza di quanto avviene nel settore bancario in cui tale tema è divenuto rilevante soprattutto a partire dal 2009, a seguito della crisi finanziaria. Il presente contributo ha lo scopo di fornire alcune riflessioni sul rischio sistemico analizzando sia i principali interventi regolatori e di vigilanza europea che i possibili strumenti previsti per il comparto assicurativo. Secondo il Fondo Monetario Internazionale (FMI, 2016) il contributo delle imprese assicurative al rischio sistemico è cresciuto a causa sia della sempre maggiore esposizione del settore al rischio aggregato e sia per la crescente sensibilità al rischio di tasso di interesse. Sulla base di tali considerazioni, appare opportuno intervenire con misure tese a rafforzare la vigilanza macroprudenziale mediante regole armonizzate a livello internazionale dedicando un’attenzione specifica alle imprese di minori dimensioni esposte a maggiori rischi. Da ultimo, a seguito della crisi pandemica Covid-19, l’Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali (EIOPA) ha pubblicato nel febbraio scorso uno Staff Paper sulle principali misure per favorire l’assicurabilità del rischio di interruzione delle attività economiche a seguito della pandemia; è questa una ulteriore conferma della sempre maggiore attenzione da porre all’evoluzione degli eventi che impattano sull’intero sistema finanziario.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/422047
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact