L'articolo, partendo dall'analisi delle nuove "fattispecie dell'adesione", introdotte dal DL n. 85/2008 e n. 112/2008, ripropone la questione della natura di tale procedura di accertamento. Dall'osservazione di come, oggi, la maggiore/minore premialità sia fissata dalla legge in funzione della assenza/presenza di contraddittorio e dal fatto che con ciò si sia implicitamente "istituzionalizzata" la diversità di obiettivi da fisco e contribuente, si deduce la natura "transattiva" della procedura (il fine di definire consensualmente la "giusta imposta" richiedendo infatti che esso sia comune alle parti).

Gli effetti “premiali” delle nuove fattispecie dell’adesione: alcune riflessioni “a caldo” in tema di sanzioni tributarie ed istituti fiscali “concordatari”

PEPE, FRANCESCO
2010

Abstract

L'articolo, partendo dall'analisi delle nuove "fattispecie dell'adesione", introdotte dal DL n. 85/2008 e n. 112/2008, ripropone la questione della natura di tale procedura di accertamento. Dall'osservazione di come, oggi, la maggiore/minore premialità sia fissata dalla legge in funzione della assenza/presenza di contraddittorio e dal fatto che con ciò si sia implicitamente "istituzionalizzata" la diversità di obiettivi da fisco e contribuente, si deduce la natura "transattiva" della procedura (il fine di definire consensualmente la "giusta imposta" richiedendo infatti che esso sia comune alle parti).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/3769
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact