Recentemente i flussi migratori interni dal Mezzogiorno al Centro Nord hanno ripreso a crescere. L’idea interpretativa che viene proposta in questo articolo è che la ripresa della mobilità interna può essere associata ad una doppia dinamica: la sostanziale convergenza verso l’alto tra Centro Nord e Mezzogiorno nei livelli di istruzione e la progressiva divergenza tra le due aree nelle rispettive strutture produttive. Come dimostra il contenuto fattoriale dei flussi di commercio estero, tale divergenza è stata favorita dai recenti processi di internazionalizzazione che hanno avuto un impatto asimmetrico sulle regioni italiane.

Mezzogiorno, flussi migratori e divario produttivo

CELI, GIUSEPPE
2012

Abstract

Recentemente i flussi migratori interni dal Mezzogiorno al Centro Nord hanno ripreso a crescere. L’idea interpretativa che viene proposta in questo articolo è che la ripresa della mobilità interna può essere associata ad una doppia dinamica: la sostanziale convergenza verso l’alto tra Centro Nord e Mezzogiorno nei livelli di istruzione e la progressiva divergenza tra le due aree nelle rispettive strutture produttive. Come dimostra il contenuto fattoriale dei flussi di commercio estero, tale divergenza è stata favorita dai recenti processi di internazionalizzazione che hanno avuto un impatto asimmetrico sulle regioni italiane.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11369/35912
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact