Si conduce un’analisi di due testi secenteschi, musicati rispettivamente da Philip Rosseter e da Nicholas Lanier secondo il nuovo genere della monodia, illustrandone le ascendenze ovidiane; in particolare, la presenza delle Heroides XVIII e XIX, verificata attraverso un approccio comparato ai testi antichi e moderni, conferma l’interesse maturato in Inghilterra, in età elisabettiana e post-elisabettiana, verso Ovidio e specialmente verso il mito di Ero e Leandro.

Hero and Leander as song: from Ovid’s Heroides to English monody (1601; 1628-9)

RAGNO, TIZIANA
2012

Abstract

Si conduce un’analisi di due testi secenteschi, musicati rispettivamente da Philip Rosseter e da Nicholas Lanier secondo il nuovo genere della monodia, illustrandone le ascendenze ovidiane; in particolare, la presenza delle Heroides XVIII e XIX, verificata attraverso un approccio comparato ai testi antichi e moderni, conferma l’interesse maturato in Inghilterra, in età elisabettiana e post-elisabettiana, verso Ovidio e specialmente verso il mito di Ero e Leandro.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/209150
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact