Il Battista della tradizione evangelica non è un profeta di sventure, ma il banditore di una novità assoluta: la signoria dei cieli si è fatta vicina: nella persona di Gesù, il messia, di cui Giovanni è il precursore, è Dio stesso che si volge e viene incontro all'uomo. Da questo annuncio scaturisce l'imperativo del ritorno a Dio che non può essere eluso o rinviato. Ogni uomo è posto di fronte ad una scelta radicale: accettare nella propria vita la signoria di Dio o essere estirpati dalle radici dalla salvezza.

Il Battista chiama al ritorno

INFANTE, LORENZO
1990

Abstract

Il Battista della tradizione evangelica non è un profeta di sventure, ma il banditore di una novità assoluta: la signoria dei cieli si è fatta vicina: nella persona di Gesù, il messia, di cui Giovanni è il precursore, è Dio stesso che si volge e viene incontro all'uomo. Da questo annuncio scaturisce l'imperativo del ritorno a Dio che non può essere eluso o rinviato. Ogni uomo è posto di fronte ad una scelta radicale: accettare nella propria vita la signoria di Dio o essere estirpati dalle radici dalla salvezza.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/115510
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact