Lo studio indaga sui tratti originali della figura del Battista nel vangelo di Giovanni e dei suoi rapoprti con Gesù a partire dalla piccola parabola dell'amico dello sposo di Gv 3,29-30. Questi emerge, negli usi matrimoniali israelitici, come una figura di rilievo ispirata addirittura al ruolo avuto da Dio nelle nozze tra Adamo ed Eva. Mediante tale figura il Battista viene interamente assorbito nell'ottica neotestamentaria ed assurge al ruolo di colui che favorisce l'incontro tra gli uomini e Cristo, modello per ogni tipo di mediazione apostolica.

L'Amico dello sposo, figura del ministero di Giovanni Battista nel quarto vangelo

INFANTE, LORENZO
1983

Abstract

Lo studio indaga sui tratti originali della figura del Battista nel vangelo di Giovanni e dei suoi rapoprti con Gesù a partire dalla piccola parabola dell'amico dello sposo di Gv 3,29-30. Questi emerge, negli usi matrimoniali israelitici, come una figura di rilievo ispirata addirittura al ruolo avuto da Dio nelle nozze tra Adamo ed Eva. Mediante tale figura il Battista viene interamente assorbito nell'ottica neotestamentaria ed assurge al ruolo di colui che favorisce l'incontro tra gli uomini e Cristo, modello per ogni tipo di mediazione apostolica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/115503
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact