Agricoltura pugliese tra cambiamento e staticità