Nello "scriptorium" di Antonio Galateo: per una storia dell'epistolario