Tempo, autocoscienza e storia in Hegel