Dalla organizzazione tribale antica alla organizzazione in stato, questo libro ripercorre il complesso senso di appartenenza e identità etnica degli albanesi che emigrano in Italia nel XV secolo e di quelli che raggiungono le spiagge del nostro Adriatico negli anni Novanta. Dalla struttura feudale a quella in bajrak, dalla multireligiosità all'ateismo, il popolo albanese ha sviluppato fra mille contraddizioni una forte identità etnonazionale basata sulla osservanza alle regole comuni tramandate dai kanun. I temi della cittadinanza e del riconoscimento dei diritti degli emigranti si intrecciano e mettono in luce l'incapacità dell'occidente di comprendere le culture dei "popoli in cammino".

Un popolo in Cammino, Migrazioni albanesi in Italia

RESTA, PATRIZIA
1996

Abstract

Dalla organizzazione tribale antica alla organizzazione in stato, questo libro ripercorre il complesso senso di appartenenza e identità etnica degli albanesi che emigrano in Italia nel XV secolo e di quelli che raggiungono le spiagge del nostro Adriatico negli anni Novanta. Dalla struttura feudale a quella in bajrak, dalla multireligiosità all'ateismo, il popolo albanese ha sviluppato fra mille contraddizioni una forte identità etnonazionale basata sulla osservanza alle regole comuni tramandate dai kanun. I temi della cittadinanza e del riconoscimento dei diritti degli emigranti si intrecciano e mettono in luce l'incapacità dell'occidente di comprendere le culture dei "popoli in cammino".
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/9761
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact