La complessità del sistema d’azienda induce il top management ad “articolare” un modello di governo orientato a garantirne la sopravvivenza e lo sviluppo nel tempo. Nella convinzione che la comunicazione fornisca un supporto di assoluto rilievo nel conseguimento degli obiettivi strategici e operativi fissati dai vertici aziendali, il volume si colloca nel filone dello strategic mananagement ed approfondisce il ruolo della comunicazione della strategia nel governo dell’azienda. Numerosi studi empirici, tra l’altro, hanno evidenziato la necessità di assumere un approccio comunicazionale meno “ermetico” rispetto al passato, al fine di contribuire a migliorare le condizioni di operatività dell’azienda e del tessuto economico-produttivo. L’azienda in grado di comunicare efficacemente agli interlocutori interessati il contenuto della strategia aziendale e aperta ai flussi di feedback potrà presumibilmente beneficiare di contributi importanti per un miglioramento progressivo o per un ripensamento profondo dell’impostazione strategica. La “qualità” della strategia può essere accentuata da una “buona” comunicazione. E’ evidente che le condizioni di successo di un’azienda dipendono, in prima battuta, dalla capacità di delineare una formula strategica di “qualità”, ma è altresì evidente che una “buona” comunicazione potrà favorire l’implementazione e il miglioramento di tale formula. A tal fine, abbiamo individuato due approcci di comunicazione: la logica pull e la logica push. Una logica push validamente impostata prevede una forte integrazione fra la comunicazione della strategia, quella istituzionale, quella esterna e interna, perché le attività da compiere devono essere coerenti e orientate verso gli obiettivi del disegno strategico. Nel corso del presente lavoro, inoltre, viene presentato un percorso di analisi della comunicazione della strategia aziendale volto a focalizzare l’attenzione sui seguenti ambiti: “contenuto” dell’informazione strategica anche in relazione alle diverse “fasi della vita aziendale”; “documenti” da utilizzare per condividere e, eventualmente, migliorare il flusso comunicazionale; “destinatari” che insieme all’azienda daranno luogo e alimenteranno il flusso comunicazionale.

La comunicazione della strategia nel governo dell'azienda

CORVINO, ANTONIO
2008

Abstract

La complessità del sistema d’azienda induce il top management ad “articolare” un modello di governo orientato a garantirne la sopravvivenza e lo sviluppo nel tempo. Nella convinzione che la comunicazione fornisca un supporto di assoluto rilievo nel conseguimento degli obiettivi strategici e operativi fissati dai vertici aziendali, il volume si colloca nel filone dello strategic mananagement ed approfondisce il ruolo della comunicazione della strategia nel governo dell’azienda. Numerosi studi empirici, tra l’altro, hanno evidenziato la necessità di assumere un approccio comunicazionale meno “ermetico” rispetto al passato, al fine di contribuire a migliorare le condizioni di operatività dell’azienda e del tessuto economico-produttivo. L’azienda in grado di comunicare efficacemente agli interlocutori interessati il contenuto della strategia aziendale e aperta ai flussi di feedback potrà presumibilmente beneficiare di contributi importanti per un miglioramento progressivo o per un ripensamento profondo dell’impostazione strategica. La “qualità” della strategia può essere accentuata da una “buona” comunicazione. E’ evidente che le condizioni di successo di un’azienda dipendono, in prima battuta, dalla capacità di delineare una formula strategica di “qualità”, ma è altresì evidente che una “buona” comunicazione potrà favorire l’implementazione e il miglioramento di tale formula. A tal fine, abbiamo individuato due approcci di comunicazione: la logica pull e la logica push. Una logica push validamente impostata prevede una forte integrazione fra la comunicazione della strategia, quella istituzionale, quella esterna e interna, perché le attività da compiere devono essere coerenti e orientate verso gli obiettivi del disegno strategico. Nel corso del presente lavoro, inoltre, viene presentato un percorso di analisi della comunicazione della strategia aziendale volto a focalizzare l’attenzione sui seguenti ambiti: “contenuto” dell’informazione strategica anche in relazione alle diverse “fasi della vita aziendale”; “documenti” da utilizzare per condividere e, eventualmente, migliorare il flusso comunicazionale; “destinatari” che insieme all’azienda daranno luogo e alimenteranno il flusso comunicazionale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11369/8763
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact