La "Puglia piana" dei salariati