Dogma, mito o “venefica virtù”? Sul difficile rapporto tra sovranità statale e diritto internazionale