Con questa breve monografia intendiamo fornire una risposta alla seguente domanda, solo apparentemente semplice: un soggetto – sia esso un imprenditore, un manager, un consulente aziendale o un analista finanziario – che sia chiamato a valutare la qualità della strategia di un’azienda, quali passi deve fare? L’analisi strategica non si realizza, infatti, in un sol passo né con tanti passi uguali e/o rettilinei. Bisogna, invece, intraprendere e percorrere un lungo e complesso cammino, in un territorio talvolta ampiamente sconosciuto e “morfologicamente” variegato. Il principale elemento di originalità del nostro lavoro monografico risiede nella formulazione di una “mappa”, ed in essa di un “sentiero”, che consente all’analista di orientare il suo percorso, nell’obiettivo di valutare la qualità della strategia dell’azienda. Per agevolare la comprensione dello schema di analisi e, dunque, per chiarire come concretamente tale mappa possa essere adottata, numerosi esempi sono stati illustrati nel precipuo intento di esplicitare, con maggiore efficacia, i costrutti teorici analizzati. Pertanto, il lettore potrà procedere – passo dopo passo – nel sentiero dell’analisi strategica con l’ausilio di brevi ma, speriamo, eloquenti case study che permettono di comprendere come altre aziende hanno affrontato alcune problematiche strategiche. Allo scopo di soddisfare l’esigenza di condurre l’analisi strategica di un’azienda, quindi, il lettore potrà avvalersi di uno schema da seguire, fondato su solide basi dottrinali ma del tutto innovativo e, al contempo, semplice. Con specifico riferimento all’applicazione degli specifici strumenti valutativi, invece, il volume offre numerosi rinvii all’ampia manualistica di strategic management. Siamo inoltre fiduciosi che la lettura del presente lavoro possa fornire interessanti stimoli, in termini di “filosofia gestionale”, a coloro che nelle aziende ricoprono posizioni apicali. La mappa che presentiamo, infatti, si basa su alcune convinzioni di fondo relativamente al significato della gestione strategica. Dalla lettura del volume, emergerà che l’intero saggio si fonda sul convincimento che, accanto alla fondamentale necessità di gestire e controllare al meglio la formula imprenditoriale “dell’oggi”, i decision maker dell’azienda devono maturare la consapevolezza della ineluttabilità del cambiamento e della necessità di interpretarlo nella prospettiva di una riflessione metodologicamente corretta.

Governare strategicamente l’azienda. Una mappa per orientare l’analisi

Corvino A.;
2019

Abstract

Con questa breve monografia intendiamo fornire una risposta alla seguente domanda, solo apparentemente semplice: un soggetto – sia esso un imprenditore, un manager, un consulente aziendale o un analista finanziario – che sia chiamato a valutare la qualità della strategia di un’azienda, quali passi deve fare? L’analisi strategica non si realizza, infatti, in un sol passo né con tanti passi uguali e/o rettilinei. Bisogna, invece, intraprendere e percorrere un lungo e complesso cammino, in un territorio talvolta ampiamente sconosciuto e “morfologicamente” variegato. Il principale elemento di originalità del nostro lavoro monografico risiede nella formulazione di una “mappa”, ed in essa di un “sentiero”, che consente all’analista di orientare il suo percorso, nell’obiettivo di valutare la qualità della strategia dell’azienda. Per agevolare la comprensione dello schema di analisi e, dunque, per chiarire come concretamente tale mappa possa essere adottata, numerosi esempi sono stati illustrati nel precipuo intento di esplicitare, con maggiore efficacia, i costrutti teorici analizzati. Pertanto, il lettore potrà procedere – passo dopo passo – nel sentiero dell’analisi strategica con l’ausilio di brevi ma, speriamo, eloquenti case study che permettono di comprendere come altre aziende hanno affrontato alcune problematiche strategiche. Allo scopo di soddisfare l’esigenza di condurre l’analisi strategica di un’azienda, quindi, il lettore potrà avvalersi di uno schema da seguire, fondato su solide basi dottrinali ma del tutto innovativo e, al contempo, semplice. Con specifico riferimento all’applicazione degli specifici strumenti valutativi, invece, il volume offre numerosi rinvii all’ampia manualistica di strategic management. Siamo inoltre fiduciosi che la lettura del presente lavoro possa fornire interessanti stimoli, in termini di “filosofia gestionale”, a coloro che nelle aziende ricoprono posizioni apicali. La mappa che presentiamo, infatti, si basa su alcune convinzioni di fondo relativamente al significato della gestione strategica. Dalla lettura del volume, emergerà che l’intero saggio si fonda sul convincimento che, accanto alla fondamentale necessità di gestire e controllare al meglio la formula imprenditoriale “dell’oggi”, i decision maker dell’azienda devono maturare la consapevolezza della ineluttabilità del cambiamento e della necessità di interpretarlo nella prospettiva di una riflessione metodologicamente corretta.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11369/385574
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact