Nei contratti online le tradizionali problematiche della predisposizione contrattuale e delle clausole vessatorie non solo permangono, ma risultano enfatizzate dalla sproporzione tra il valore dell’acquisto e dalla celerità della transazione. In questo scritto si cercherà di verificare in che misura il Mercato Unico Digitale promosso dal legislatore europeo con le due proposte di direttiva sulle vendite online e sulla fornitura di contenuti digitali esiga una normativa sulle clausole vessatorie ad hoc che tenga conto della specificità della contrattazione online e della natura digitale o non dei beni oggetto del contratto.

CONTRATTI ONLINE E IL MERCATO UNICO DIGITALE: L’APPROCCIO (MINIMALISTA) DEL LEGISLATORE EUROPEO IN TEMA DI CLAUSOLE ABUSIVE.

CUOCCI, VALENTINA VINCENZA
2016

Abstract

Nei contratti online le tradizionali problematiche della predisposizione contrattuale e delle clausole vessatorie non solo permangono, ma risultano enfatizzate dalla sproporzione tra il valore dell’acquisto e dalla celerità della transazione. In questo scritto si cercherà di verificare in che misura il Mercato Unico Digitale promosso dal legislatore europeo con le due proposte di direttiva sulle vendite online e sulla fornitura di contenuti digitali esiga una normativa sulle clausole vessatorie ad hoc che tenga conto della specificità della contrattazione online e della natura digitale o non dei beni oggetto del contratto.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/350817
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact