Un elefante alla corte papale: Annone e Aurelio Serena