Viaggio a tappe diffusosi in Europa già a partire dal XV secolo, il Grand Tour attraversò una fase aurea nel ‘700, specialmente nella seconda metà di questo secolo, sùbito dopo le scoperte dei siti di Ercolano e di Pompei. Proprio l’archeomania, che trasse ampio spunto dagli eclatanti rinvenimenti campani, fornì varie occasioni di ricezione e adattamento, in sede letteraria e artistica, di temi, di personaggi e, in generale, di soggetti collegati all’età classica e specialmente all’immaginario di Roma antica.

Il Grand Tour. La cultura d'immagine fra '800 e '900

SEMERARI, LIVIA
2014

Abstract

Viaggio a tappe diffusosi in Europa già a partire dal XV secolo, il Grand Tour attraversò una fase aurea nel ‘700, specialmente nella seconda metà di questo secolo, sùbito dopo le scoperte dei siti di Ercolano e di Pompei. Proprio l’archeomania, che trasse ampio spunto dagli eclatanti rinvenimenti campani, fornì varie occasioni di ricezione e adattamento, in sede letteraria e artistica, di temi, di personaggi e, in generale, di soggetti collegati all’età classica e specialmente all’immaginario di Roma antica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/318608
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact