Lo studio si pone come ulteriore campo di verifica dell’utilizzo della retorica quale efficace veicolo di comunicazione, funzionale alla propaganda politica e alla proposta delle ‘ragioni’ tali da valere ad adprobare la causa di Cesare, ‘scagionandolo’ - tramite excusatio - da eventuali forme di reato.

Cesare: uno scrittore in armi vs un guerriero armato di penna - Cesare: i Commentarii e l’infinita vanità di riscriverli

CIPRIANI, GIOVANNI;MASSELLI, GRAZIA MARIA
2006

Abstract

Lo studio si pone come ulteriore campo di verifica dell’utilizzo della retorica quale efficace veicolo di comunicazione, funzionale alla propaganda politica e alla proposta delle ‘ragioni’ tali da valere ad adprobare la causa di Cesare, ‘scagionandolo’ - tramite excusatio - da eventuali forme di reato.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/16407
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact