La dottrina italiana e la costituzione britannica