Questo breve saggio ripercorre la carriera politica e l’attività letteraria di Benjamin Disraeli che per alcuni aspetti è ritenuto creatore del genere “romanzo politico” cioé una combinazione particolare di interessi, ideologie ed emozioni che in realtà serve a legittimare le proprie azioni politiche e di partito. Nel saggio viene evidenziato lo stile letterario definito dalla critica “flamboyant.” I paragrafi conclusivi danno risalto a quella particolare caratteristica che può essere definita "aristocrazia culturale" che lo statista Disraeli ha consegnato alla storia.

B. Disraeli: lo statista scrittore

LOIACONO, ANNA
1992

Abstract

Questo breve saggio ripercorre la carriera politica e l’attività letteraria di Benjamin Disraeli che per alcuni aspetti è ritenuto creatore del genere “romanzo politico” cioé una combinazione particolare di interessi, ideologie ed emozioni che in realtà serve a legittimare le proprie azioni politiche e di partito. Nel saggio viene evidenziato lo stile letterario definito dalla critica “flamboyant.” I paragrafi conclusivi danno risalto a quella particolare caratteristica che può essere definita "aristocrazia culturale" che lo statista Disraeli ha consegnato alla storia.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/126177
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact