Giustizia contrattata, diritto penale del fatto e funzioni della pena: un'antinomia risolvibile?