Il contributo vuole mostrare come il testo di 1Gv 4,7-12 costituisca la cristallizzazione di un momento della comunicazione all'interno della cristianità primitiva, tra un autore e le comunità che in lui riconoscono il testimone e garante della rivelazione. Il brano scelto sarà considerato come un processo comunicativo in atto in cui tutto è condizionato dal rapporto autore - destinatari. Il testo fornisce perciò un modello di comunicazione della primitiva comunità, esemplare per l'evangellizzazione e l'inculturazione di ogni epoca.

Amore di Dio e amore del prossimo in 1Gv 4,7-12

INFANTE, LORENZO
1988

Abstract

Il contributo vuole mostrare come il testo di 1Gv 4,7-12 costituisca la cristallizzazione di un momento della comunicazione all'interno della cristianità primitiva, tra un autore e le comunità che in lui riconoscono il testimone e garante della rivelazione. Il brano scelto sarà considerato come un processo comunicativo in atto in cui tutto è condizionato dal rapporto autore - destinatari. Il testo fornisce perciò un modello di comunicazione della primitiva comunità, esemplare per l'evangellizzazione e l'inculturazione di ogni epoca.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/115507
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact