La centralizzazione della contrattazione collettiva: limiti ed effetti