Il mondo come tautologia e il pluriverso delle coscienze