La preferenza per il primitivo. Le lezioni di E. Gombrich a Napoli