L'autrice delinea il problema della della definizione di “prova atipica” tra lessico codici stico e prassi, per poi procedere all’analisi dei criteri di ammissibilità delle stesse e alle relative tecniche di assunzione . Inoltre l’a. esamina in dettaglio alcuni casi problematici come le videoconferenze, la captazione di comunicazioni, le intercettazioni “tipiche”, la registrazione di conversazioni da parte di uno degli interlocutori e le cc.dd. ricognizioni atipiche.

Le prove atipiche

PROCACCINO, ANGELA
2008

Abstract

L'autrice delinea il problema della della definizione di “prova atipica” tra lessico codici stico e prassi, per poi procedere all’analisi dei criteri di ammissibilità delle stesse e alle relative tecniche di assunzione . Inoltre l’a. esamina in dettaglio alcuni casi problematici come le videoconferenze, la captazione di comunicazioni, le intercettazioni “tipiche”, la registrazione di conversazioni da parte di uno degli interlocutori e le cc.dd. ricognizioni atipiche.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11369/10305
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact