L'autrice approfondisce quanto dispongono gli artt.431, comma 2 e 555 comma 4 c.p.p. in forza dei quali le parti processuali penali possono concordare l'acquisizione al fascicolo per il dibattimento di atti della fase preliminare. L'accordo viene analizzato oltre che nei modi e nei tempi, anche attraverso la definizione dell'oggetto ed una riflessione sulle conseguenze e sul consenso dell'imputato e delle altre parti del processo. Tale indagine si estende anche al procedimento innanzi il Giudice di Pace, come disciplinato dal d.lgs. 28 agosto 2000, n. 274

Il negozio probatorio dibattimentale

PROCACCINO, ANGELA
2010

Abstract

L'autrice approfondisce quanto dispongono gli artt.431, comma 2 e 555 comma 4 c.p.p. in forza dei quali le parti processuali penali possono concordare l'acquisizione al fascicolo per il dibattimento di atti della fase preliminare. L'accordo viene analizzato oltre che nei modi e nei tempi, anche attraverso la definizione dell'oggetto ed una riflessione sulle conseguenze e sul consenso dell'imputato e delle altre parti del processo. Tale indagine si estende anche al procedimento innanzi il Giudice di Pace, come disciplinato dal d.lgs. 28 agosto 2000, n. 274
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11369/10293
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact